Benvenuto su SILAND ARTE CREATIVA!

Mi chiamo Andrea Parisi, in questa pagina presento tutti i miei lavori.

Mi definisco uno sperimentatore creativo, nel blog troverai creazioni con stili e materiali differenti l'uno dall’altro.

Ci sono le statuine personalizzate, costruite in super sculpey e dipinte a mano, i cake topper per i matrimoni o i ritratti caricaturali.

I quadri, dipinti su tela con colori acrilici e gli acquerelli.

Inoltre mi dedico anche alla costruzione di elementi scenici per il teatro e spettacoli di danza.

Spero che la pagina ti piaccia e se vuoi contattarmi

CLICCA QUI

“Se tu puoi immaginarlo, io posso costruirlo!"

Quindi se hai delle idee, scrivimi e facciamole diventare reali!

Pagine

sabato 10 dicembre 2016

TUTORIAL: Installazione forno ad incasso al posto di uno tradizionale a piedini.


Mettiamo caso che abbiate una cucina vecchia di 30 anni e, mettiamo caso che vogliate "modernizzarla" o solamente, dopo trent'anni vi si è disintegrato quasi tutto.
E mettiamo ancora caso che quel che vi si è disintegrato... non esista più in commercio.
Ecco, in quel caso, vi trovereste nella mia situazione e quindi ecco un TUTORIAL su come-sostituire-un-vecchio-forno-tradizionale-a-piedini-con-uno-modernissimo-ad-incasso-quando-i-forni-a-piedini-non-esistono-più-e-voi-non-avete-altra-scelta-che-adattarvi-ai-tempi-che-cambiano-senza-lamentarvi! (da leggere possibilmente tutto d'un fiato).

Prima di tutto parliamo delle informazioni che circolano in rete su come sostituire questo tipo di elettrodomestici.

ZERO.

Cioè che proprio non si trovano... niente neanche a impegnarsi!

Allora decidi di affidarti ad uno forte, ad uno che li vende e lo fa per mestiere.
Ci vai, domandi e lui ti guarda con lo sguardo perso all'orizzonte dicendoti "mmmmhhhsì, ho capito benissimo di cosa hai bisogno tu" (mente) "Tu abbisogni di questo modello supermodernochetirisolveogniproblema!" (non è che mente, è che deve vendere...e comunque secondo me mente).
Io faccio solo la domanda pragmatica, "Sicuro?"
La sua risposta, "avojattè, tanto sono tutti standard" (mente e nel frattempo se ne lava pure le mani tanto chi ti rivede più").
Ecco io sul punto "chi ti rivede più" sensibilizzerei un po' di più la forza vendite...
Ma tant'è.

Dimenticate tutta questa storia e ora, seguite l'unico, vero 
TUTORIAL su come sostituire un forno ad incasso.
Adesso vi spiego io di cosa avete bisogno.

Innanzitutto, questo è il vuoto che ha lasciato il vecchio forno, nei nostri cuori e nella nostra cucina.


E questo è uno dei milioni di comunissimi forni ad incasso, taglia 60 x 60 (Sì ci sono misure diverse ma questo è quello più comune).


I have a hole...
I have a oven...
mhhhhhh
HOLOVEN!


Ok...

Quindi, cosa vi serve?
Dovete comprare (o costruire) un semplicissimo mobilettino come quello che vedete nella foto di seguito.


Allora se lo volete comprare QUI TROVATE CHI LO VENDE perché non è facile da trovare (E costa anche poco).
Oppure, se avete tempo, spazio e qualche pezzo di MDF o multistrato, potete costruirlo con pochissimo tempo e soldi, ma a me mancava il tempo e lo spazio, quindi...

Per montare il mobiletto ci vuole mezz'ora scarsa ma, e dico ma, dobbiamo stare attenti ad alcune cose che nessuno vi ha detto.
E ve le dico io.
  1. la banda superiore che tiene tutto il mobile insieme, è troppo arretrata, e quindi sbatte sul tubo del gas (quello lì verde) sui fornelli... Niente paura, basta avanzarlo di 10 cm, un paio di buchi col trapano e il gioco è fatto.
  2. A meno che non abbiate una cucina con i piedini a vista, le gambe non vanno inserite nel punto che viene suggerito dal costruttore, bensì vanno avvitate alla giusta distanza, misurando quelle dei mobili vicini.
    Nel mio caso, 6 cm verso l'interno.

    Dalla foto non si capisce, ma non sono a filo con la parte anteriore

Una volta montato il mobile ed inserito nel suo vano, va bloccato con delle viti passanti ad i mobili vicini, si prende quindi la misura e si fora,  poi si blocca.

Ora ci sono 2 cose importanti da fare:
La prima è sostituire la spina che vedete là dietro, con una piatta.
Questo servirà per non far sbattere il retro del forno.
La seconda è montare una spina al forno, perché viene venduto con i fili scoperti, qui dipende da come avete la presa, prendete una spina consona.

Ora possiamo inserire tutto!

A seconda delle marche potrebbero esserci dei sostegni/guida che si applicano sul fondo del mobile, nel mio caso no, quindi va caricato di peso ed inserito dentro.

Aprendo lo sportello del forno si noteranno 2 buchi, a volte coperti da 2 gommini.
Lì vanno inserite le viti di bloccaggio per tenere il forno in sede.

Il gioco è fatto, si applica la fascia estetica sotto, e poi si rimonta il fascione basso della cucina.




Spero che la guida vi sia stata utile, e ricordate di prendere tutti i dovuti accorgimenti quando fate dei lavori con la corrente.

Vi lascio anche il link al mobile.
Buon lavoro!





mercoledì 7 dicembre 2016

westworld statuina Teddy Flood (James Marsden)


Ciao a tutti!
Ebbene sì, ho avuto anche io la folgorazione guardando WESTWORLD e quindi gli ho dedicato subito una statuina!
Il personaggio scelto è Teddy Flood interpretato da James Marsden (attore che già mi piaceva e che ricordo in Interstate 60 -se non l'avete visto, rimediate-)
Detto questo, ho voluto dare il mio contributo con un omaggio alla serie, e quindi, eccovelo qui!
La statuina è alta circa 12 cm, tutta in super sculpey e dipinta con acrilici.
Spero vi piaccia, vi mostro anche qualche foto del work in progress e dei riferimenti.
A presto!










martedì 29 novembre 2016

I colori per modellismo che preferisco



Ciao a tutti!
Oggi voglio fare un post di "consigli per gli acquisti" quindi, eccovelo qua =)

Spesso mi viene chiesto in che modo coloro le mie sculture quindi, oggi vi spiego qualche cosa sui tipi di colori e le mie preferenze.
Le mie sculture sono realizzate con materiali differenti, paste sintetiche, legno, cartone o metallo quindi, tanto per cominciare, abbiamo bisogno di un colore che si adatti a materiali differenti senza scolorire nel tempo o perdere la presa.
La scelta migliore in assoluto sono i colori acrilici.
La vastità di prodotti che vengono proposti è enorme e quindi vi racconto le mie preferenze.
I primi colori sono i Game della Vallejo extra opachi, sono liquidi e quelli che più si adattano al tipo di lavoro che faccio.
Sono abbastanza densi e molto coprenti e si applicano benissimo sia a pennello che ad aerografo correttamente miscelati.

L'altro tipo di colori sono quelli in pasta come i MAIMERI Acrilico.
Questi sono più densi e si applicano principalmente a pennello, sono opachi ma rimangono un po' più lucidi.
Questi sono principalmente i colori che uso, a fine post vi lascio i link su dove acquistarli.
Spero di esservi stato di aiuto,
A presto!


mercoledì 23 novembre 2016

Action figure Mr Robot - Elliot


Ciao a tutti!
Quello di oggi è un nuovo esperimento che porto avanti da qualche mese.
La costruzione di una action figure!
Sono partito da un body snodato in plastica, 
e su quello ho modellato la testa del personaggio e cucito i vestiti.
Per questa prima prova, la camicia ed i pantaloni sono acquistati, ma la felpa l'ho cucita a mano.
Ho trovato qualche difficoltà a cucire dei vestiti così piccoli, ma piano piano ci sto prendendo la mano.
La felpa ha anche una chiusura lampo funzionante che la fa aprire come una felpa vera.
Il modello base è in scala 1/6 quindi misura circa 30cm.
Alla fine ho anche replicato la testa in resina in modo da poter preparare altri cloni.
 Devo ammettere che non è perfetto, ma come prima prova mi posso ritenere soddisfatto!
Vi invito a seguire il blog e le mie pagine facebook e instagram a questi indirizzi


A presto con altre novità!


















sabato 19 novembre 2016

TUTORIAL - Stazione pulizia aerografo



Ciao a tutti!
Il progetto che vi mostro oggi è per costruirsi in casa una stazione per la pulizia dell'aerografo.
Che cos'è un aerografo?
E' una penna che, collegata ad un compressore, spruzza il colore su un supporto.
E' utile in parecchi campi, dal modellismo, alla pittura.
Una volta utilizzato l'aerografo però, c'è bisogno di pulirlo per bene e a questo scopo, abbiamo bisogno di un piccolo accessorio che serve per non inalare i vapori che si sprigionano dalla nebulizzazione.
In commercio esistono parecchie soluzioni tipo questa ma a noi piace risolverci da soli questi problemi, giusto?
Quindi, di che cosa abbiamo bisogno?
-Un barattolo di vetro con chiusura a vite (di vetro perché se utilizziamo i solventi, un barattolo di plastica si scioglierebbe e tra l'altro il peso lo rende più stabile).
- Un tappo di una bottiglia d'acqua con relativa filettatura
- Un tappo di una bottiglia col tappo a bottone (non so come si chiama in realtà ma è quello tipo biberon sulle bottiglie da mezzo litro).
Recuperati questi semplici oggetti dobbiamo forare il tappo di alluminio del barattolo.
Io ho usato un barattolo molto piccolo, se ce l'avete più grande è meglio.
Prendete le misure e forate il tappo, state attenti a non tagliarvi con l'alluminio, io vi ho avvisati =)
Con una pistola ad aria calda, inclinate il tappo blu, questo servirà per avere una base stabile per la punta dell'aerografo.
Forate il tappo a vite con la punta di un dremel.
Ora, assemblate tutto come in foto.
Io ho usato della colla a caldo, vi consiglio però di utilizzare del silicone, è più stabile e non si deteriora nel tempo.
Alla fine quando è tutto pronto, mettete della carta assorbente nel barattolo, servirà per tamponare i vapori e un pezzo di maglia (o altri tessuti filtranti) nel tappo a vite forato.
Questo è il punto di sfiato dove uscirà l'aria ed in questo modo in parte verranno fermati vapori.
Vi dico subito che non è un progetto professionale (ma và!?) e che quindi ci sarà bisogno dei dovuti accorgimenti che si hanno ogni qual volta si utilizzano sostanze pericolose o nocive, ma sicuramente è un valido oggetto.
E ora qualche foto, spero vi sia stato utile!
Ciao!









lunedì 7 novembre 2016

Statuina personalizzata presepe - La lavanderina


Ciao a tutti!
Questo personaggio è parte del progetto "Un Presepe per il nostro angelo Cri Cri 2°Edizione" una raccolta fondi per l'ospedale Gemelli di Roma.
Sono stato contattato da Daniele Masi, insieme ad altri artisti, per contribuire alla realizzazione di questo presepe offrendo una statuina creata per l'occasione.
 Il ricavato della raccolta verrà devoluto al reparto di oncologia pediatrica.
Trovate tutti i riferimenti QUI.

Il mio contributo è la statuina di una lavanderina costruita in Super Sculpey e dipinta a mano con colori acrilici.
Di seguito altre foto!
Ciao






venerdì 14 ottobre 2016

Statuina personalizzata mongolfiera Africa


Ciao a tutti!
Quello di oggi è un cake topper che mi sono divertito un sacco a costruire!!
La richiesta è stata di rappresentare una mongolfiera che sorvola la savana dove ci sono un leone e una giraffa.
La cosa che mi interessava di più era di dare il senso del volo alla mongolfiera, quindi ho optato per costruire un sostegno dove ho inserito una bacchetta di plexiglass trasparente.
La parte più complicata è stata quella di mantenere tutta la struttura leggera in modo da non compromettere la stabilità.
La mongolfiera è costruita in cartapesta e garze gessate, il resto in balsa e super sculpey.
Per nascondere la cannuccia, ho costruito anche un albero della savana che nella scena stava anche bene =D
Di seguito qualche altra foto più da vicino.
Sono veramente molto soddisfatto del risultato!
Se piace anche a voi, lasciate un commento qui sotto =)
A presto con altre statuine personalizzate!!!






lunedì 5 settembre 2016

Cake topper matrimonio personalizzato "scogliera"


Ciao a tutti!
Di ritorno dalle ferie estive, vi mostro subito il mio ultimo cake topper!
Lo sposo è un appassionato di arrampicata sportiva, mentre lei una provetta nuotatrice.
I personaggi sono scolpiti a mano in super sculpey, dipinti poi con colori acrilici.
La scultura misura circa 27 cm.
Se vi piace, lasciate un commento e seguite tutti gli sviluppi anche sulla pagina facebook 
www.facebook.com/siland997

Ciao!